sabato 20 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Il ministro delle Relazioni Internazionali ha denunciato l’uso dei diritti umani come strumento da parte degli Stati Uniti

L'Avana, 13 apr (Prensa Latina) Il ministro delle Relazioni Internazionali cubano, Bruno Rodríguez, ha denunciato oggi l'uso da parte degli Stati Uniti della questione dei diritti umani come strumento utilitaristico contro paesi che non sono subordinati ai loro interessi.

 

Attraverso il suo account di Twitter, il ministro delle Relazioni Internazionali ha condannato che, allo stesso tempo, la nazione del nord “premi e finanzi i governi con un record terribile” in questa materia.

 

Il giorno prima, il Dipartimento di Stato ha pubblicato il suo più recente rapporto annuale sui diritti umani nel mondo, in cui evita di esporre i suoi problemi interni mentre condanna ciò che sta accadendo in altri paesi.

 

Rodríguez ha denunciato che il bloqueo economico, commerciale e finanziario degli Stati Uniti costituisce la principale violazione delle garanzie degli abitanti dell’isola.

 

Ha anche affermato che il documento manipola la questione per sovvertire l’ordine costituzionale della nazione.

 

Nel frattempo, la vicedirettrice della sezione sugli Stati Uniti, del Ministero delle Relazioni Internazionali cubano, Johana Tablada, ha descritto l’attuazione di una politica ingannevole, che spreca milioni di dollari in una campagna di disinformazione su larga scala contro Cuba, la sua popolazione, il sistema sanitario e le legittime fonti di reddito.

 

Proprio ieri, anche la National Urban League (NUL) ha pubblicato un rapporto sulla situazione della popolazione nera negli Stati Uniti nel 2022 e le sue conclusioni hanno dimostrato un riflesso della disuguaglianza e del razzismo sistemico in questo paese.

 

Ig/lrg

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE