sabato 13 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Cuba condanna l’assalto delle forze israeliane alla moschea di Al Aqsa

L'Avana, 18 apr (Prensa Latina) Il ministro delle Relazioni Internazionali cubano Bruno Rodríguez ha condannato l'assalto delle forze israeliane alla moschea di Al Aqsa, dove centinaia di fedeli, tra cui donne, anziani e bambini, erano in preghiera.

Attraverso il suo account ufficiale di Twitter, il ministro delle Relazioni Internazionali ha ratificato “la più forte solidarietà alla causa giusta palestinese”.

L’agenzia di stampa ufficiale Wafa ha riferito che decine di soldati sono entrati  nel complesso, il terzo luogo più sacro per i musulmani, e hanno attaccato le migliaia di fedeli che stavano recitando la preghiera dell’alba.

Durante l’attacco i militari hanno usato proiettili di gomma, granate assordanti e gas lacrimogeni per disperdere la folla, senza riguardo per gli anziani ed i bambini lì presenti.

Il governo palestinese ha condannato l’assalto alla moschea di Gerusalemme Orientale e gli scontri nei suoi dintorni, in cui sono rimaste ferite almeno 152 persone, e ha considerato l’evento una dichiarazione di guerra.

Israele ha occupato la parte orientale della metropoli nella guerra del 1967 e da allora ha mantenuto il territorio sotto il suo controllo nonostante le risoluzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.

Cuba ha ribadito in più occasioni il suo impegno a sostenere Palestina nella lotta per la sua indipendenza e ha ripudiato l’aumento dell’ostilità sionista contro quest’area.

Ig/cgc

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE