domenica 14 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Cuba ribadisce l’impegno per una migrazione sicura

L'Avana, 21 apr (Prensa Latina) Ernesto Soberón, Direttore Generale degli Affari Consolari e dei Cubani Residenti all'Estero (Daccre), oggi ha riaffermato l'impegno del paese per garantire una migrazione regolare, ordinata e sicura.

 

Il funzionario ha detto sul social network Twitter che l’isola mantiene il suo impegno con il diritto di viaggiare, di emigrare e di ritornare dei cittadini cubani, in conformità con i requisiti di legge sull’immigrazione cubana.

 

Soberón ha sostenuto che tale diritto è influenzato dalle misure prese dal presidente repubblicano Donald Trump (2017-2021), che sono ancora in vigore, e ostacolano la comunicazione tra le famiglie.

 

Nel suo messaggio ha ricordato che la chiusura dei servizi consolari a L’Avana, l’interruzione arbitraria della concessione dei visti per i cubani, che li costringe a viaggiare in paesi terzi senza garanzie, tra l’altro, sono i principali ostacoli al flusso regolare dei viaggiatori.

Funzionari di Cuba e degli Stati Uniti hanno ripreso oggi a Washington i cicli di colloqui sulla migrazione, che sono stati interrotti nel 2018 durante l’amministrazione di Trump, ed in cui, secondo dichiarazioni precedenti, si tratterà il rilancio degli accordi bilaterali.

 

Firmati nel 1990, gli impegni migratori tra Cuba e gli Stati Uniti stabiliscono gli obblighi per entrambi i governi di garantire il diritto dei cittadini ad emigrare e di farlo in modo sicuro.

 

Nell’ambito di tali accordi, Washington dovrebbe concedere fino a 20.000 visti all’anno per i cubani, ma sono stati violati durante cinque anni.

 

Recentemente, la vice ministra delle Relazioni Internazionali, Josefina Vidal, ha detto in un’intervista con i mass media stranieri che questi accordi sono molto importanti perché se vengono violati si generano picchi migratori aggravati dall’aumento delle misure coercitive e degli ostacoli ai servizi consolari.

 

Secondo l’Ufficio della Dogana e della Protezione alla Frontiera degli Stati Uniti, negli ultimi sei mesi ci sono stati 79.800 arresti di cubani.

 

Ig/jfs

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE