lunedì 15 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Siria denuncia la politicizzazione occidentale degli aiuti umanitari

Damasco, 19 mag (Prensa Latina) I paesi occidentali politicizzano gli aiuti umanitari inviati in Siria per raggiungere obiettivi meramente politici, ha denunciato oggi il ministro degli Esteri di questa nazione araba, Faisal Al-Mekdad.

 

Durante l’incontro presso la sede del Ministero degli Esteri in questa capitale con il Sottosegretario Generale delle Nazioni Unite per gli Affari Umanitari, Joyce Misoya, il Ministro degli Esteri ha chiesto il rispetto dei principi dell’azione umanitaria e l’impegno per la neutralità e l’indipendenza.

 

Quanto sopra contribuisce a garantire i servizi di base e fornire aiuti ai loro reali beneficiari sulla base del pieno rispetto della sovranità e dell’integrità del territorio siriano e in conformità con le pertinenti risoluzioni del Consiglio di Sicurezza, ha affermato.

 

Ha denunciato che la principale causa della sofferenza del popolo siriano è dovuta agli effetti disumani delle misure coercitive unilaterali imposte dagli Stati Uniti e dai loro alleati occidentali al popolo siriano.

 

Ha invitato le Nazioni Unite a compiere sforzi per porre fine a queste politiche, che ha definito immorali e che contraddicono il diritto internazionale e la Carta delle Nazioni Unite, e incidono anche sull’adempimento dei compiti umanitari delle Nazioni Unite in Siria.

 

Da parte sua, il funzionario delle Nazioni Unite ha espresso il suo interesse a garantire i finanziamenti necessari per il lavoro umanitario in Siria e ha ritenuto che il paese arabo sia tra le priorità del lavoro umanitario delle Nazioni Unite.

 

Ha ringraziato il governo siriano per le strutture che fornisce per il successo dei lavori dell’Ufficio per il Coordinamento degli Affari Umanitari.

 

Ig/fm

 

 

 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE