martedì 23 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Il presidente del Venezuela rifiuta l’esclusione dal Vertice delle Americhe

Caracas, 25 mag (Prensa Latina) Il presidente venezuelano Nicolás Maduro ha rifiutato le richieste degli Stati Uniti di escludere diversi paesi dal prossimo Vertice delle Americhe per motivi politici e ideologici.

 

Intervenendo al Colloquio Internazionale per il Bicentenario della Battaglia di Pichincha, svoltosi ieri a Caracas, Maduro ha sottolineato che, nonostante la decisione “totalmente ingiustificata e discriminatoria” di Washington nei confronti dei popoli di Cuba, Nicaragua e Venezuela, le loro voci si faranno sentire all’appuntamento di Los Angeles, dal 6 al 10 giugno.

 

“La nostra voce sarà presente al Vertice delle Americhe, qualunque cosa dica il governo degli Stati Uniti, saremo lì con la nostra verità”, ha affermato il dignitario.

 

Il capo di Stato ha sottolineato che la decisione di separare Cuba, Nicaragua e Venezuela ha portato alla condanna unanime di oltre 25 governi della regione, la cui posizione di solidarietà fa dell’incontro “il Vertice della protesta contro l’esclusione imperialista”, ha affermato. 

 

In questo senso, Maduro ha espresso la sua gratitudine ai presidenti e primi ministri di diversi paesi dell’America Latina e dei Caraibi per il loro coraggio, solidarietà e sostegno, in particolare ai leader del Messico, Andrés Manuel López Obrador; di Argentina, Alberto Fernandez; e di Honduras, Xiomara Castro.

 

Inoltre, quando ha riflettuto sull’unione che dovrebbe prevalere nella regione e sul ruolo della Comunità degli Stati Latinoamericani e Caraibici, il dignitario ha sottolineato che il percorso deve essere quello della “diversità, democrazia e diritto di tutti i popoli ad esprimere le proprie opinioni”.

 

Ig/wup

 
ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE