giovedì 18 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Il governo palestinese condanna le nuove uccisioni perpetrate da Israele

Ramallah, 17 giu (Prensa Latina) Il governo palestinese ha condannato oggi l'omicidio di tre giovani uccisi a colpi di arma da fuoco da membri di un'unità speciale dell'esercito israeliano nella città di Jenin, nel nord della Cisgiordania occupata.

Denunciamo con la massima fermezza l’omicidio a sangue freddo dei tre martiri e ne riteniamo responsabile il governo di Tel Aviv, ha affermato la presidenza palestinese in un comunicato.

Yousef Nasser Salah, 23, Baraa Lahlouh, 24, e La Abu Srour, 24 anni, secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa ufficiale Wafa, erano all’interno di un veicolo civile quando è stata tesa un’imboscata la scorsa notte e sono stati aggrediti da una forza israeliana sotto copertura.

“Questo crimine delle forze di occupazione si verifica poco prima della visita del presidente degli Stati Uniti Joe Biden” nella regione, ha sottolineato l’esecutivo palestinese.

Il ministero degli Esteri ha ritenuto che questa azione sia un tentativo di distogliere l’attenzione dell’opinione pubblica dalla crisi interna che la coalizione di governo israeliana sta vivendo “a spese dei diritti e del sangue dei palestinesi”.

Allo stesso modo, ha invitato la comunità internazionale a non ignorare i crimini e le continue violazioni di Tel Aviv contro cittadini indifesi.

Il ministero della Salute ha recentemente rivelato che le truppe dello stato vicino hanno ucciso 355 palestinesi e ferito 16.500 nel 2021, tra cui 87 minorenni, 60 donne e 18 anziani.

Ig/rob

 
ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE