domenica 14 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Il Presidente cubano continua visitando le centrali elettriche del paese

Holguín, Cuba, 17 giu (Prensa Latina) Il Presidente di Cuba, Miguel Díaz-Canel, è arrivato oggi alla Centrale Termoelettrica (CTE) di Lidio Ramón, a Felton, a est della provincia orientale di Holguín, dove sono in corso interventi di riparazione e manutenzione.

Díaz-Canel ha fatto riferimento all’importanza di questo impianto nel Sistema Elettro-energetico Nazionale (SEN) sottolineando che “quando Felton si ferma è difficile mantenere la stabilità”.

Come evidenziato dall’account di Twitter della Presidenza, in questo stabilimento si forgia oggi buona parte delle prospettive di recupero del SEN.

Lo scorso marzo l’Unità 2 è stata riparata e ora è in corso una leggera manutenzione sul turbo Gruppo 1, quello con la potenza più alta con circa 260 Megawatt (MW), con il quale, una volta completate queste attività, si prevede di raggiungere la produzione di energia elettrica di circa la capacità installata.

Precisamente, dei 10 giorni previsti per queste azioni questo venerdì sono al quinto giorno di lavoro ininterrotto, con due in anticipo, che è un’ottima notizia per Cuba, ha precisato la Presidenza in un tweet.

Poi ha aggiunto che “il percorso critico è nel lavaggio della caldaia e del condensatore principale”; un processo di pulizia volto ad eliminare i sedimenti causati dal funzionamento dell’apparecchiatura stessa e che ne impediva il funzionamento ottimale.

Secondo Euclides Rodríguez, direttore tecnico di “Felton”, una volta che i due impianti saranno operativi, si prevede di produrre per il SEN circa 460 MW.

Ieri, Díaz-Canel, durante un’apparizione alla televisione nazionale, ha denunciato la persecuzione degli Stati Uniti che ostacola, attraverso il bloqueo economico, commerciale e finanziario, l’accesso della nazione caraibica ai mercati energetici.

Tuttavia, il capo dello stato ha osservato che il paese trova sempre il modo di risolvere questi effetti ed ha riferito di un accordo che consentirà di effettuare investimenti in più blocchi di generazione, il che darà maggiore stabilità al sistema.

La mattina di questo venerdì, il presidente cubano ha visitato il CTE Antonio Maceo a Santiago de Cuba, dove ha supervisionato la manutenzione di diversi blocchi dello stesso e conversato con i lavoratori di quella struttura.

Ig/mlp

 
ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE