giovedì 25 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Cina denuncia la complicità del Regno Unito e degli Stati Uniti nel caso Assange

Pechino, 20 giu (Prensa Latina) Cina ha denunciato oggi che il caso del giornalista Julian Assange è una chiara prova della complicità tra Stati Uniti e Regno Unito per lanciare una repressione transnazionale contro determinati individui.

Un portavoce del Ministero degli Affari Esteri deplorava che Londra non ha risparmiato nessun sforzo per sostenere Washington nell’arresto e nell’estradizione dell’intellettuale australiano.

“Il caso di Julian Assange è uno specchio. Riflette l’ipocrisia degli Stati Uniti e del Regno Unito riguardo alla libertà di stampa: le persone possono smascherare altri paesi, ma possono subire pesanti punizioni se smascherano loro ed i loro alleati”, ha affermato il portavoce del ministero degli Esteri, Wang Wenbin.

Ha avvertito che tutti gli occhi sono puntati sulle condizioni dei diritti umani del fondatore di Wikileaks ed ha espresso la speranza che alla fine prevalga la giustizia e finisca l’abuso.

Assange deve affrontare 17 accuse negli Stati Uniti ai sensi della Legge di Spionaggio, per aver fatto trapelare documenti riservati nel 2010 e nel 2011, secondo il governo degli Stati Uniti, infrangendo la legge e mettendo in pericolo vite umane.

Assange ha ora 14 giorni per impugnare la decisione.

Ig/ymr

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE