martedì 16 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

I medici cubani progettano attrezzature per operazioni craniche nei bambini

L'Avana, 21 giu (Prensa Latina) Il progetto dei medici cubani di un craniotomo, utilizzato negli interventi intra-cranici in età pediatrica, contribuisce oggi ad alleviare i danni causati ai servizi medici a Cuba dal bloqueo statunitense.

 

Lo sviluppo dello strumento, il cui scopo è facilitare l’accesso alla cavità cranica e raggiungere il cervello senza rischi per il paziente, è stato possibile grazie all’utilizzo di un piccolo motore elettrico ad alta velocità, al quale è stato aggiunto un complemento che permette perforare l’osso, ha detto uno dei suoi inventori al quotidiano Granma.

 

Secondo il dott. Ángel Camacho, neurochirurgo dell’Ospedale Pediatrico José Luis Miranda della città di Villa Clara, questo strumento, che ha facilitato gli interventi chirurgici in più di 400 bambini nella regione centrale di Cuba, è il più utilizzato in neurochirurgia pediatrica, dal momento che il 90% degli interventi relativi a questa specialità sono intra-cranici.

 

Parimenti, ha riferito la fonte, la realizzazione di un ampliamento delle stesse apparecchiature consente l’intervento di bambini piccoli con meno di un anno che soffrono di malattie molto frequenti come la craniosinostosi, un difetto congenito in cui le ossa del cranio si chiudono prematuramente.

 

Camacho ha assicurato che, fino ad oggi, i minorenni della regione centrale, da Matanzas a Ciego de Ávila, hanno beneficiato dell’innovazione.

 

I servizi sanitari a Cuba sono uno dei più colpiti dal bloqueo che gli Stati Uniti mantengono contro l’isola da più di 60 anni.

 

Ig/ifs

 
ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE