mercoledì 24 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Cuba inaugura una mostra sul suo patrimonio immateriale all’UNESCO

Parigi, 6 lug (Prensa Latina) La Missione Permanente di Cuba presso l'UNESCO ha inaugurato oggi la mostra “Dalla terra al saper fare”, dedicata al complesso agroindustriale dello zucchero dell'isola ed al processo di creazione del rum leggero.

 

Proponiamo un viaggio di colori e sapori attraverso il patrimonio immateriale cubano ed attraverso aspetti rappresentativi della nostra nazione, ha affermato l’ambasciatrice del paese caraibico presso l’UNESCO, Yahima Esquivel, ai diplomatici, funzionari ed altri ospiti nell’installazione della mostra prevista fino a venerdì prossimo presso la sede dell’ente multilaterale.

 

Esquivel ha evidenziato il legame tra il complesso agroindustriale dello zucchero, la sua ascesa e sviluppo, con la formazione della nazione cubana, legami catturati con squisita chiarezza attraverso l’obiettivo del fotografo Julio Larramendi.

 

Troviamo tracce di questo complesso nei nove siti dell’isola iscritti nel Patrimonio Mondiale, nei quattro elementi iscritti nell’elenco rappresentativo del Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità e nelle tre città (L’Avana, Santiago de Cuba e Trinidad) incorporate nel Movimento UNESCO Città creative, ha precisato.

 

Secondo l’ambasciatrice, la mostra fa parte della commemorazione del 75° anniversario dell’ingresso dell’isola nell’UNESCO e del 20° della Convenzione per la Salvaguardia del Patrimonio Culturale Immateriale.

 

La mostra offre anche un approccio alla tradizione accumulata da otto generazioni di maestri produttori di rum, custodi di un patrimonio culturale e trasmettitori del modo di fare rum, il sapore liquido di ciò che è cubano, ha affermato.

 

Possono apprezzare vari momenti della nostra eredità, dalla coltivazione della canna da zucchero e dalla vita quotidiana intorno a questa industria al processo di produzione del nostro rum, ha detto.

 

I membri del movimento dei maestri sono in questi giorni in visita in Francia, dove hanno presentato il rum 1724, un numero che identifica il fascicolo elaborato da Cuba presso l’UNESCO per la candidatura per appartenere al Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità del modo di fare rum dei suoi specialisti del rum leggero.

 

Ig/wmr

 
ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE