lunedì 22 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Il presidente cubano mette in guardia sulla percezione del rischio nei confronti della COVID-19

L'Avana, 13 lug (Prensa Latina) Il Presidente cubano, Miguel Díaz-Canel, qui presente oggi ha allertato le autorità del Ministero della Salute Pubblica (MINSAP) sulla necessità di adottare misure per rafforzare la percezione del rischio da parte della popolazione di fronte alla COVID-19.


Sul suo account di Twitter ha esortato a non essere troppo sicuri di sé, anche se le cifre restano basse, rispetto al mondo ed a quanto ha vissuto l’isola caraibica nell’estate del 2021.

Durante un incontro con gli esperti del MINSAP, il presidente cubano ha saputo che i paesi europei e americani stanno vivendo una nuova ondata di infezioni da SARS-CoV-2, nonostante i livelli di vaccinazione di richiamo.

In questo senso, la dottoressa dell’Istituto di Medicina Tropicale Pedro Kourí, María Eugenia Toledo, ricercatrice principale di SOBERANA, ha affermato che dopo uno studio rigoroso è stato possibile determinare che l’efficacia del vaccino nella prevenzione della malattia sintomatica nei bambini da due a cinque anni, durante l’ondata di Omicron a Cuba, era del 90,1%.

Nel frattempo, il preside della Facoltà di Matematica e Informatica dell’Università de L’Avana, Raúl Guinovart Díaz ha riferito che le province de L’Avana, Mayabeque, Matanzas e il comune speciale dell’Isla de la Juventud hanno avuto un leggero aumento di casi positivi, soprattutto la capitale della nazione che ne accumula 115 negli ultimi sette giorni.

Ig/yaa

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE