mercoledì 17 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

López Obrador propone cinque punti di cooperazione e Biden accetta

Città del Messico, 13 lug (Prensa Latina) Il presidente del Messico, Andrés Manuel López Obrador, ha proposto cinque punti fondamentali di cooperazione al suo omologo statunitense, Joe Biden, ed il suo ospite ha risposto positivamente.

Nell’intervista allo Studio Ovale della Casa Bianca, López Obrador ha detto a Biden che le grandi sfide richiedono un audace programma di sviluppo e benessere, oltre a rafforzare ulteriormente i legami di amicizia e cooperazione.

Successivamente, ha elencato i cinque punti della sua proposta, il primo sulla crisi energetica in cui, dopo aver fatto notare che Messico destina il 72% della sua produzione di greggio agli Stati Uniti, si impegna a raddoppiare la fornitura di questo combustibile, fatto che significherebbe un notevole supporto.

In secondo luogo, ha messo a disposizione più di mille km di gasdotti lungo il confine meridionale con Messico per trasportare gas dal Texas al New Mexico, Arizona e California, per un volume in grado di generare fino a 750 megawatt di elettricità e di rifornire circa tre milioni di persone.

Nella terza ha proposto di continuare ad eliminare le tariffe della dogana e fare lo stesso con misure e procedure regolamentari nel commercio degli alimenti e di altri beni, fatto che abbasserebbe i prezzi per i consumatori.

Il quarto si riferisce ad un piano di investimenti privati e pubblici tra i due paesi per produrre beni che rafforzino i loro mercati ed evitino le importazioni da altri continenti, e con investitori statunitensi verranno costruiti impianti di liquefazione del gas, fertilizzanti, parchi solari e parchi eolici, con linee di trasmissione negli stati di confine.

Ha ricordato che è stata presa la decisione sovrana di nazionalizzare il litio, minerale essenziale per avanzare nell’intento di non dipendere dai combustibili fossili.

L’ultimo punto si riferisce all’ordinamento del flusso migratorio e di permettere l’arrivo negli Stati Uniti di lavoratori tecnici e professionali messicani e centroamericani delle diverse discipline, con visti di lavoro temporanei.

Da parte sua, Biden era fiducioso di “risolvere i problemi bilaterali” con l’aiuto del governo di López Obrador. “Sono molto ansioso di vedere come possiamo affrontare questi cinque punti che sono stati elencati”. Dopo aver descritto la crisi migratoria come un problema emisferico, ha promesso di creare opportunità di lavoro legali per i migranti.

In questa parte pubblica dell’intervista, l’argomento dell’indulto del creatore di Wikileaks, Julian Assange, che sarà estradato negli Stati Uniti per decisione del governo britannico, e che López Obrador aveva annunciato che avrebbe chiesto a Biden, non è stato discusso.

Ig/lma

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE