mercoledì 17 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Cuba recupera la produzione di farmaci antitumorali

L'Avana, 1° ago (Prensa Latina) Dopo aver presentato problemi di finanziamento, materie prime e forniture, Cuba riprende la sua produzione di medicinali utilizzati nel trattamento terapeutico dei malati di cancro e di altre malattie invasive, si è saputo oggi.

 

Del numero totale di citostatici, ne mancano quattro, di cui tre (Paclitaxel 300 mg/fiala, metotrexato 50 mg/fiala, fluorouracile 500 mg/fiala) saranno risolti nel mese in corso.


Questi hanno già la materia prima negli impianti di produzione, mentre il Docetaxel 80 mg/fiala continuerà a mancare, ha affermato lunedì il quotidiano Granma.


I farmaci antineoplastici Methotrexate 50 mg e Paclitaxel 300 mg, usati in condizioni come leucemia, malattie autoimmuni, carcinomi e sarcomi, tra gli altri, erano scomparsi da quasi un anno.


Il primo è già stato prodotto ed è in fase di rilascio, che dovrebbe avvenire mercoledì per iniziare a distribuirlo agli ospedali. La materia prima finanziata è sufficiente per una copertura generale di tre mesi.


Inizia anche la produzione di Paclitaxel 300 mg con una copertura garantita per circa 70 giorni, che deve essere estesa dall’arrivo delle materie prime alla maggiore delle Antille.


Dopo la produzione di Paclitaxel, con una copertura di 45 giorni, inizierà quella di Fluorouracile 500 mg, attualmente disponibile.


Il quotidiano ha sottolineato “che una volta che la materia prima arriva in laboratorio, deve sottoporsi a un rigoroso processo di analisi prima di preparare il farmaco e, dopo che è stata prodotta, ci vogliono altri 15 giorni per essere venduta”.


Questo mese è garantita la disponibilità di 13 prodotti che verranno distribuiti, come di consueto, negli ospedali che erogano cure con questa terapia.


Ig/joe

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE