mercoledì 24 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Museo di Cuba esplora i legami tra Fidel Castro e la cultura

L'Avana, 11 ago (Prensa Latina) Il Museo Nazionale delle Arti Decorative esplora oggi i legami del leader della Rivoluzione Cubana, Fidel Castro, con il patrimonio culturale dell'isola, da una mostra incentrata sulle sue visite e sui contributi allo sviluppo dell'istituzione.

 

Secondo il direttore dell’entità, Yosvanis Fornaris, il leader è passato per le sale del palazzo nell’estate del 1996, nell’ambito della mostra “Tesoros del Arte Japonés”, alla quale ha partecipato il filosofo Daisaku Ikeda, direttore della Fondazione Soka Gakai.

 

Il testo firmato da Fornaris sulla rivista La Jiribilla allude all’accoglienza di Ikeda da parte di una delegazione guidata dal Comandante, per contraddistinguere il creatore giapponese con l’Ordine di Primo Grado Félix Varela della Repubblica di Cuba ed il Dottorato Honoris Causa dell’Università de L’Avana.

 

Allo stesso modo, la mostra comprende diverse fotografie e un foglio di carta in cui Fidel ha espresso la sua ammirazione, ha firmato ed ha espresso il suo desiderio di tornare, nonché ha firmato anche il catalogo della mostra che ha motivato la visita, che ha segnato la storia del museo.

 

“Serve quindi questa mostra come semplice omaggio alla visita del Comandante in Capo al nostro museo ed, inoltre, come celebrazione anticipata della sua nascita”, si legge nel testo.

 

Fondata il 24 luglio 1964, l’istituzione custodisce oggetti che hanno segnato la vita della borghesia cubana, che ha raccolto importanti opere d’arte universale, nonché pezzi del patrimonio dell’isola, conservati grazie alla politica sociale della Rivoluzione.

 

Ig/lbl

 
ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE