martedì 23 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

López Obrador affronta aspetti del crimine di Ayotzinapa

Città del Messico, 22 ago (Prensa Latina) Il presidente del Messico, Andrés Manuel López Obrador, ha definito oggi due aspetti nel caso dei 43 di Ayotzinapa: il crimine stesso e la fabbricazione della menzogna sui fatti.

Il presidente ha dedicato molto tempo al caso nella sua conferenza stampa mattutina al Palazzo Nazionale, per spiegare entrambi gli estremi di quanto accaduto la notte del 26 settembre e la mattina del 27 settembre 2014 a Iguala, sotto la presidenza di Enrique Peña Nieto.

Ha detto che le due azioni o parti devono essere prese in considerazione. L’esecuzione del delitto, cioè gli autori materiali della scomparsa e della morte dei 43 giovani è chiara ed è appena stato pubblicato il rapporto su una versione degli orrori che sono stati commessi, ed ha chiesto alla gente di cercarlo su internet ed informarsi.

Ora si cercano i soggetti coinvolti che sono dettagliati nel verbale, alcuni già detenuti, e soprattutto quanto spiegato e rivelato negli otto allegati.

La seconda parte, ha indicato, ha a che fare con gli atti della Procura generale nei confronti di coloro che hanno partecipato od hanno accettato di nascondere i fatti.

Il rapporto, ha detto, parla di come hanno falsificato la menzogna, di chi ha partecipato, di chi ha dato una versione fraudolenta che non corrisponde a quanto accaduto, di tutte le implicazioni e di come stessero mettendo insieme tutta questa falsità, persino torturando le persone e fabbricando dichiarazioni. 

Ha ricordato che il rapporto della commissione cita i nomi dei responsabili e che l’accusa sta procedendo e richiede mandati di cattura alla magistratura, ai giudici che amministreranno la giustizia.

Ha detto che è un processo che è già iniziato, ma l’accusa o i giudici determineranno se ci sono altre persone coinvolte, decideranno in assoluta libertà, come per i presunti colpevoli, ma di tutto questo si terrà conto perché l’inchiesta non è chiusa.

Ig/lma

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE