martedì 23 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

I prigionieri palestinesi raccolgono sostegno e ribadiscono la lotta per i loro diritti

Ramallah, 23 ago (Prensa Latina) I prigionieri palestinesi in Israele hanno annunciato oggi che continueranno con un'ondata di proteste, che includerà scioperi della fame a tempo indeterminato, a meno che Tel Aviv non rispetti gli accordi concordati.

Lo ha annunciato il Comitato Supremo Nazionale di Emergenza, che riunisce i detenuti di tutte le fazioni palestinesi.

 

Non permetteremo mai al carceriere di imporci la sua volontà, ha affermato il movimento in una nota.

 

I detenuti hanno chiesto il sostegno della popolazione in Cisgiordania e nella Striscia di Gaza dopo aver iniziato ieri una campagna di proteste nelle carceri del paese vicino rifiutandosi di lasciare le proprie celle per i consueti “controlli di sicurezza”.

 

Come parte della strategia, domani restituiranno i pasti e due settimane dopo inizieranno lo sciopero della fame, a cui dovrebbero partecipare un migliaio di loro.

 

Il Comitato Nazionale ha deciso di avviare la campagna dopo il mancato rispetto  degli accordi raggiunti da parte del Servizio Penitenziario di Israele (SPI).

 

Ig/rob

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE