giovedì 25 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

La più grande organizzazione di massa di Cuba si rafforza dopo sei decenni

L'Avana, 30 ago (Prensa Latina) Il Comitato per la Difesa della Rivoluzione (CDR) di Cuba arriverà il 28 settembre al suo 62° anniversario in un contesto di rivitalizzazione e rafforzamento delle sue strutture, ha annunciato oggi il suo coordinatore nazionale, Gerardo Hernández.

In una conferenza stampa in questa capitale, l’anche Eroe della Repubblica di Cuba, ha sottolineato l’importanza dei CDR e del loro lavoro di sorveglianza, “quando la controrivoluzione fa continui appelli per compiere sabotaggi nelle comunità”, ha affermato.

“Noi come CDR abbiamo un ruolo molto importante in termini di sorveglianza e protezione dei nostri quartieri, comunità, tranquillità dei nostri cittadini in generale”, ha affermato.

Ha sottolineato che durante la pandemia della COVID-19 è stata sottolineata la rilevanza dell’organizzazione, poiché i membri del CDR hanno contribuito a identificare le persone vulnerabili, organizzare processi di vaccinazione e creare sistemi di aiuto.

Hernández ha spiegato che la più grande organizzazione di massa del paese ha partecipato attivamente al processo di consultazione del nuovo Codice della Famiglia e per il prossimo referendum popolare prevede di realizzare azioni volte a proteggere ed aggiornare le liste elettorali, oltre a promuovere la partecipazione dei cittadini.

“L’appello alla nostra comunità è di uscire e votare quel giorno, per un codice che non obbliga nessuno ad avere un certo tipo di famiglia, anche se è quello che proclamano i nemici della Rivoluzione”, ha sottolineato.

Secondo il segretario ideologico nazionale della CDR, Yanelys Tablada, per la celebrazione del 62° anniversario si terranno concorsi di fotografia e pittura e mini-festival di recupero delle materie prime con l’obiettivo di contribuire all’economia del paese ed alla cultura del riciclaggio.

Ig/mks

 
ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE