lunedì 22 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

L’intervento della presidentessa honduregna è stato un bel discorso antimperialista

Tegucigalpa, 21 sett (Prensa Latina) L'analista politico, Alejandro Bonilla, ha definito oggi sovrano, internazionalista, anticolonialista ed antimperialista l'intervento della presidentessa dell'Honduras, Xiomara Castro, all'Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

“Ha parlato non solo delle difficoltà di un paese, ma ha anche sottolineato il grande problema che minaccia l’umanità, che è il capitale transnazionale”, ha commentato Bonilla in un’intervista a Prensa Latina.

Secondo l’analista, il primo discorso della capa di Stato davanti all’organizzazione multilaterale, ha dimostrato il suo grande coraggio e la mette su un altro piano della scala politica internazionale.

“Mi ha ricordato quei discorsi del comandante in capo Fidel Castro e Hugo Chavez, con un senso antimperialista e socialista”, ha commentato.

L’anche membro del partito Libertad y Refundación (Libre) ha fatto riferimento ai problemi del paese affrontati da Castro, che ha accusato il capitale internazionale di aver sostenuto una dittatura per 13 anni.

Bonilla ha alluso alla vittoria elettorale della presidentessa, considerata con il numero di voti più alto nella storia del paese, ed ha avallato le parole di Castro quando ha affermato che “comunque questo non basta per i profondi cambiamenti che hanno bisogno i nostri popoli”.

Secondo l’analista della nazione centroamericana, la dignitaria si è espressa in modo umano e tempestivo contro il bloqueo economico, commerciale e finanziario imposto dagli Stati Uniti contro Cuba e contro le sanzioni al Venezuela.

Ig/ybv

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE