mercoledì 24 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Cresce la tensione dopo l’assalto israeliano alla Spianata delle Moschee

Ramallah, 26 sett (Prensa Latina) Le forze di sicurezza israeliane hanno preso d'assalto la Spianata delle Moschee, a Gerusalemme Orientale, per consentire l'ingresso in massa dei concittadini al complesso religioso in occasione dei festeggiamenti per il capodanno ebraico.

La televisione araba ha presentato le immagini di centinaia di israeliani mentre visitavano il complesso, scortati da numerosi uomini in uniforme, che hanno espulso i palestinesi presenti, provocando scontri.

Fin dalle prime ore del mattino, le autorità di occupazione hanno iniziato a imporre restrizioni all’ingresso dei fedeli musulmani ad Al-Aqsa, riporta il portale di notizie Al Quds.

I militari hanno anche attaccato i palestinesi durante la loro concentrazione nella zona di Bab Al-Asbat, Al-Sahira e Bab Al-Amoud della città, ha detto.

Data la situazione, il movimento governativo Fatah ha chiesto una mobilitazione generale per far fronte alle incursioni di “gruppi e coloni ebrei estremisti”.

La formazione palestinese ha assicurato che il nuovo assalto fa parte della strategia per ebraizzare la cosiddetta Città Santa.

Allo stesso modo si è espresso il Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina, invocando proteste nei territori occupati e denunciando il silenzio internazionale di fronte alle azioni di Tel Aviv.

Il luogo sacro è venerato sia dai musulmani, che lo chiamano la Spianata delle Moschee, sia dagli ebrei, che lo conoscono come il Monte del Tempio.

Ig/rob

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE