martedì 23 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Dialogo in Angola su Cuba e Fidel Castro

Luanda, 6 ott (Prensa Latina) I legami di Cuba con Africa, la leadership di Fidel Castro e il terrorismo di stato contro la nazione caraibica sono serviti oggi da filo conduttore per un colloquio nella capitale dell'Angola.

 

Lo sponsor del centro educativo, António Pacavira, e l’attuale direttore, Joel Neto Kabange, hanno sottolineato che la discussione rientrava in una giornata di omaggio a Fidel, iniziata il 13 agosto, giorno della sua nascita, e che si concluderà il 25 novembre, in occasione del sesto anniversario della scomparsa fisica dello statista.

In questa occasione hanno invitato i diplomatici dell’isola ad offrire la dissertazione iniziale sul leader storico della Rivoluzione Cubana (13 agosto 1926-25 novembre 2016) e sulla solidarietà internazionalista del suo popolo, con ‘tracce indelebili’ in questo paese dell’Africa subsahariana, secondo le stime di Pacavira.

Senza intenzione di tenere una conferenza accademica, il consigliere Raúl González ha raccontato le tappe principali della lotta dei cubani, dai tempi dell’insurrezione anticoloniale ai giorni nostri, sotto le persistenti vessazioni di un bloqueo economico, finanziario e commerciale, che durò già più di sei decenni.

Il bloqueo degli Stati Uniti contro Cuba è la guerra economica più lunga che una nazione abbia affrontato in tempo di pace, ha affermato il funzionario, che ha parlato dei suoi compatrioti uccisi a causa del terrorismo di stato dalle successive amministrazioni statunitensi e dell’aggressione mediatica nel Web 2.0.

Alla ricerca di risposte alle loro domande, gli studenti hanno parlato anche con il Ministro Consigliere della Legazione dei Caraibi, Bladimir Martínez, e il Secondo Segretario, Yandri Peña.

Insieme hanno affrontato un ampio spettro di argomenti: dall’inizio degli aiuti all’Africa e all’Angola, in particolare, la presenza guerrigliera di Che Guevara in questo continente, l’amicizia tra Fidel e António Agostinho Neto (primo presidente e padre fondatore della nazione angolana), al lavoro attuale di medici, insegnanti, costruttori e altri professionisti cubani in 144 dei 164 comuni di questo paese.

Ig/mjm

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE