mercoledì 24 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Chiedono la libertà dei prigionieri Saharawi imprigionati dal Marocco

Algeri, 10 ott (Prensa Latina) I Saharawi hanno chiesto oggi la libertà dei 21 prigionieri politici incarcerati in Marocco, nell'ambito delle commemorazioni per il dodicesimo anniversario dell'inizio della protesta del campo di Gdeim Izik.

 

Le organizzazioni per i diritti umani e il popolo Saharawi hanno chiesto il rilascio dei condannati a lunghe pene detentive, detenuti a seguito dell’attacco marocchino contro questo campo nel 2010 nella città occupata di El Aaiun, la storica capitale del Sahara occidentale.

Eventi sociali e culturali si sono svolti nella wilaya (provincia) di Auserd, dove sono state allestite tende in ricordo del momento trascendentale della resistenza popolare, descritto dall’analista americano Noam Chomsky come un precursore della primavera araba.

Il 10 ottobre 2010, giovani Saharawi di appena 20 anni hanno organizzato più di 20.000 jaimas (tende) e raccolto 28.000 persone alla periferia di El Aaiun per chiedere pacificamente rivendicazioni sociali, che sono diventate richieste politiche al Marocco.

Un mese dopo, l’8 novembre, l’esercito e la polizia marocchina hanno attaccato e smantellato il campo, bruciando e distruggendo tutto ciò che incontravano, questo fatto è stato inciso nella coscienza popolare come il segno di un crimine indelebile.

 

Ig/ycv

 
ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE