venerdì 12 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Messico chiude il luogo di una festa fascista condannata dall’UN-DH

Città del Messico, 11 nov (Prensa Latina) Il governo di questa capitale ha chiuso oggi un luogo dove c'è stata una festa fascista, condannata dall'Ufficio in Messico dell'Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Diritti Umani (UN-DH).

 

L’ufficio UN-DH ha categoricamente rifiutato ogni manifestazione di odio, suprematismo ed intolleranza, così come l’incitamento alla violenza, alla discriminazione ed all’ostilità, come quelle del concerto neonazista del 29 ottobre in questa città.

L’UN-DH ha affermato che il rispetto delle garanzie fondamentali e della pacifica convivenza tra individui e popoli si basa sul riconoscimento della dignità intrinseca di tutti gli esseri umani, sulla validità dei valori democratici e sulla tutela del diritto all’uguaglianza.

Il concerto si è svolto nella sala Pentathlón, nel quartiere di Santa María la Ribera della capitale, dove gruppi spagnoli e messicani del genere hardcore punk hanno convocato circa 300 persone che, rasate e vestite con svastiche naziste e tatuaggi, intonavano slogan fascisti.

Il segretario di governo di Città del Messico ha riferito che in questa zona sono stati apposti sigilli di sospensione delle attività.


Ig/lma

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE