domenica 21 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

La formazione del governo israeliano resta paralizzata dalle dispute

Tel Aviv, 21 nov (Prensa Latina) La formazione del nuovo governo israeliano di destra continua oggi ad essere bloccata dalle richieste del settore più ultraconservatore, tra cui la controversa estensione della sovranità nazionale alla Cisgiordania occupata.

Dopo aver vinto le elezioni di inizio mese, l’ex primo ministro Benjamin Netanyahu non ha ancora formato un esecutivo a causa delle pretese del suo alleato Bezalel Smotrich, massima figura del partito di estrema destra Sionismo Religioso, che pretende il portafoglio della Difesa per lui stesso.

Secondo la televisione pubblica Kan, dopo forti pressioni da parte dei suoi partner di coalizione, Smotrich è disposto a ritirare la sua richiesta se riceve finanziamenti con responsabilità aggiuntive che di solito spettano alla Difesa, in particolare quelle relative alla Cisgiordania.

La stampa nazionale ha rivelato che Sionismo Religioso vuole costringere Netanyahu a impegnarsi ad estendere la sovranità israeliana su questo territorio palestinese.

In passato Netanyahu, che ha governato questo paese per 15 anni, si era impegnato in questa misura, ma in seguito non l’ha rispettata a causa delle critiche internazionali e dei suoi negoziati per stabilire relazioni diplomatiche con vari stati arabi, che chiedevano il congelamento del progetto.

 

Ig/rob

 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE