venerdì 12 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Criticano la possibile elezione di un estremista come ministro in Israele

Ramallah, 22 nov (Prensa Latina) L'eventuale nomina del deputato di estrema destra Itamar Ben Gvir a ministro della sicurezza interna israeliana causerà una maggiore repressione nei territori palestinesi occupati, avvertono oggi due esperti.

 

Dopo la vittoria elettorale della coalizione ultraconservatrice all’inizio di questo mese, Ben Gvir ha rivendicato quel portafoglio con ampi poteri, nonostante le obiezioni di numerosi paesi, tra cui gli Stati Uniti, uno stretto alleato di Tel Aviv.

Se l’accordo sarà concluso, i palestinesi subiranno molta più violenza e razzismo, stima Suhail Kiwan, specialista in affari politici.

Parlando all’agenzia di stampa Safa, Kiwan ha avvertito che nei territori occupati “ci saranno più restrizioni e facilità (per i soldati israeliani) a premere il grilletto contro i palestinesi”.

La nomina di Ben Gvir, che ha un discorso apertamente anti-arabo, razzista e xenofobo, significherebbe la rimozione di tutte le linee rosse, che si tradurrà in un aumento di esecuzioni, sparatorie e procedimenti giudiziari, nonché demolizioni di strutture nell’area, ha sottolineato.

Di fronte a questa situazione, ha avvertito che i palestinesi “non se ne staranno a guardare e risponderanno con forza” a questi crimini.

 

Ig/rob

 
ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE