giovedì 18 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Le autorità cubane piangono la morte di Pablo Milanes

L'Avana, 22 nov (Prensa Latina) Il presidente di Cuba, Miguel Díaz-Canel, ha lamentato oggi la scomparsa dello straordinario cantautore Pablo Milanes, che considerava "la voce inseparabile della nostra generazione".

 

Sul suo account di Twitter il presidente, da Mosca, dove si trova in visita ufficiale, ha dichiarato: “Pablo è morto, si legge quando ci si sveglia questo martedì in Russia e il dolore arriva con la notizia. Uno dei nostri più grandi musicisti scompare fisicamente. Voce inseparabile della colonna sonora della nostra generazione”.

Díaz-Canel ha espresso le sue condoglianze alla famiglia e agli amici del creatore di “Yolanda”, una delle canzoni d’amore più sentite, e come altre autorità cubane, si è unito alle numerose espressioni di sgomento per la perdita dell’artista, morto ieri a Madrid.

Allo stesso modo, il Primo Ministro, Manuel Marrero, ha sottolineato che “Cuba è in lutto per la morte di Pablo Milanés, famoso cantautore cubano, uno dei fondatori del Movimento Nueva Trova. Vi preghiamo di porgere le nostre più sentite condoglianze alla sua famiglia ed ai suoi amici”.

Sulla stessa linea, anche il ministro delle Relazioni Internazionali, Bruno Rodríguez, ha espresso su Twitter che “è triste la partenza fisica del cantautore Pablo Milanés, uno dei pilastri della Nueva Trova, che con la sua imperitura opera musicale darà sempre lustro alla cultura cubana”.

 

Ig/rc

 
ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE