domenica 14 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

La disuguaglianza ostacola la lotta all’AIDS, ha affermato il presidente di Cuba

L'Avana, 1° dic (Prensa Latina) Il presidente cubano Miguel Díaz-Canel ha definito oggi la disuguaglianza come una delle cause della battuta d'arresto vissuta nel mondo nella lotta all'AIDS.

 

In occasione della Giornata Mondiale contro l’AIDS, il presidente ha sottolineato su Twitter il riconoscimento da parte dell’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) di questa regressione dovuta alla pandemia della COVID-19 e ad altre crisi, ed ha avvertito che ci sono milioni di vite a rischio per questo motivo.

Ha sottolineato l’impegno di Cuba nella battaglia contro la malattia, che ha causato 650.000 morti l’anno scorso, mentre 1.500 persone hanno contratto il virus che causa la malattia.

Le Nazioni Unite commemorano oggi la Giornata Mondiale contro l’AIDS, sotto lo slogan di Igualdad Ya, con un appello a fermare le disuguaglianze nella lotta contro la diffusione del virus dell’immunodeficienza umana (HIV), che causa l’AIDS.

 

Ig/evm

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE