domenica 21 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Ministro israeliano denuncia una nuova intifada palestinese

Tel Aviv, 2 dic (Prensa Latina) Il ministro della Sicurezza interna israeliano, Omar Barlev, ha avvertito oggi il prossimo governo che il cambiamento dello status quo nella moschea di Al Aqsa, a Gerusalemme Orientale, porterà a una nuova Intifada (insurrezione, in arabo ) palestinese.

 

Ciò che è chiaro a me è chiaro a Benjamin Netanyahu, ha detto il funzionario alludendo, il prossimo capo dell’esecutivo dopo la sua vittoria elettorale il mese scorso a capo di un blocco di estrema destra.

Tuttavia, abbiamo visto più di una volta che le considerazioni di Netanyahu sono personali, ha lamentato Barlev, che lascerà il suo incarico nei prossimi giorni nell’ambito del trasferimento del potere.

Ha anche sottolineato che “la società israeliana sta diventando più violenta”, come dimostra la vittoria dell’alleanza del sionismo religioso, che ha conquistato 14 dei 120 seggi alla Knesset (Parlamento).

Quella coalizione, che sostiene Netanyahu, è guidata dai deputati Itamar Ben Gvir e Bezalel Smotrich, entrambi con un discorso apertamente estremista, razzista e anti-arabo.

Ben Gvir sarà il sostituto di Barlev, anche se il portafoglio si chiamerà Homeland Security dopo l’espansione dei suoi poteri.

Il portavoce del Movimento di Resistenza Islamica (Hamas), Mohammed Hamada, ieri ha avvertito Ben Gvir delle conseguenze se si danneggerà la moschea di Al-Aqsa, il terzo luogo sacro per i musulmani.


Ig/rob

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE