venerdì 12 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Camera dei Deputati del Messico si prepara al rifiuto della riforma elettorale

Città del Messico, 6 dic (Prensa Latina) La seduta plenaria della Camera dei Deputati ha aperto oggi il dibattito sulla proposta di riforma elettorale del governo, che sarà respinta dall'opposizione, ma l'esecutivo sta già riadattando un Piano B.

 

Il presidente Andrés Manuel López Obrador è stato interrogato sulla questione durante la sua conferenza stampa mattutina al Palazzo Nazionale, dove ha dato per scontato che il blocco conservatore non vuole che: il bilancio dell’Istituto Elettorale Nazionale (INE) sia ridotto, il numero di legislatori sia anche ridotto da 500 a 300, i consiglieri siano eletti dal popolo.

Si è rammaricato che ci siano persone, anche se sembra incredibile, favorevoli a pagare 200.000 e 300.000 pesos (da 10 a 15.000 dollari) al mese ai consiglieri, o una cifra simile, per benefici e prerogative.Ci sono molti che non hanno capito che vogliamo evitarlo, che siamo contro la corruzione. Altri non sanno nemmeno cosa propone la riforma, ha aggiunto.

Parimenti ha ammesso che “in questo momento di disinformazione la situazione è delicata ma non è nuova, non si possono ammainare le bandiere, altri tempi verranno quando avremo una maggioranza qualificata nel congresso”, ha poi concluso.

 

Ig/lma

 
ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE