sabato 13 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

L’astrattismo invade la Biblioteca Nazionale Josè Martì di Cuba

L'Avana, 12 dic (Prensa Latina) La mostra Génesis de las manchas, del giovane artista Raylven Friman (Bayamo, 1982), attira oggi molti sguardi alla galleria El reino de este mundo, della Biblioteca Nazionale Josè Martì di Cuba (Bncjm).

 

Sotto la direzione di Rafael Acosta de Arriba, la mostra è stata rinviata nel 2020 a causa dell’arrivo della pandemia della COVID-19 e, finalmente, ha potuto aprire i battenti il 9 dicembre alla Bncjm e rimarrà in svolgimento fino al 20 gennaio 2023.

Friman è un pittore cubano incline all’astrattismo ormai da un decennio e la sua tavolozza è cromatica, tenera, violenta, dolce, inquieta: una rivoluzione di emozioni e colori che si traduce in erotismo, secondo la testata specializzata in temi culturali, La Jiribilla.

Inoltre, questo creatore di formazione accademica si interessò prima al figurativo ed a poco a poco scoprì le possibilità che l’astrattismo gli offriva.

 

Ig/ifb  

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE