martedì 23 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Il bloqueo e la sovversione persistono nella politica statunitense nei confronti di Cuba

L'Avana, 14 dic (Prensa Latina) Il presidente cubano Miguel Díaz-Canel ha detto oggi che il bloqueo ed il sostegno alla sovversione costituiscono la caratteristica distintiva delle relazioni con gli Stati Uniti.

 

Il presidente ha aggiunto che nel 2022 le misure economiche, finanziarie e commerciali punitive hanno continuato a essere utilizzate come arma di coercizione ed ostacolo allo sviluppo del paese.

Intervenendo nelle conclusioni della X sessione ordinaria dell’Assemblea Nazionale del Potere Popolare, Díaz-Canel ha espresso che in questa fase il governo degli Stati Uniti è tollerante nei confronti di coloro che guidano, finanziano ed addestrano individui dal loro territorio a commettere atti violenti contro Cuba.

Ha aggiunto che in un nuovo atto che manifesta gli interessi dell’attuale amministrazione, il paese caraibico è stato inserito in un elenco di governi che, secondo Washington, perseguitano la religiosità, nonostante i segnali che indicano il contrario.

Díaz-Canel ha sottolineato che durante questa tappa sono stati compiuti passi molto discreti su questioni come il rispetto degli accordi sulla migrazione ed altre aree di priorità ed interesse comune di entrambi i paesi.

In questo senso, ha sottolineato l’aiuto offerto dagli Stati Uniti durante i disastri alla base di superpetroliere a Matanzas e l’uragano Ian a Pinar del Río, che è stato accettato dal governo cubano, perché proposto senza condizioni.

 

Ig/jfs

 
ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE