mercoledì 17 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Palestinesi scendono in piazza dopo la morte di un prigioniero in Israele

Ramallah, 20 dic (Prensa Latina) Diversi scontri sono scoppiati oggi in Cisgiordania dopo la morte di un palestinese malato imprigionato in Israele, che hanno portato a dure critiche e denunce contro le autorità di Tel Aviv.

 

Le televisioni arabe hanno riferito di scontri in varie aree della Cisgiordania, compresa Gerusalemme Orientale, dove i palestinesi hanno dato fuoco a pneumatici e lanciato pietre contro i militari.

Secondo l’agenzia di stampa Maan, nel centro della città di Hebron l’esercito israeliano ha sparato gas lacrimogeni contro i giovani che manifestavano per le strade.

Hanno anche represso le proteste nella città di Beit Ummar e nel campo profughi di Arroub a nord di Hebron, ha detto.

Il movimento governativo Fatah e vari gruppi hanno indetto uno sciopero generale nei territori occupati poco dopo la notizia della morte di Nasser Abu Hmaid, 50 anni, che soffriva di cancro ai polmoni da più di un anno, nonostante il rifiuto delle autorità di Tel Aviv per liberarlo.

Da parte sua, il presidente Mahmoud Abbas ha accusato Israele della morte di Abu Hamid a causa della politica dell’amministrazione penitenziaria di deliberata negligenza medica nei confronti dei prigionieri.


Ig/rob

 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE