venerdì 19 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

I medici cubani in Italia aiutano il sistema sanitario calabrese

Roma, 4 gen (Prensa Latina) "I nostri medici sono venuti per lavorare insieme, uniti ai loro colleghi italiani, per contribuire a migliorare la situazione del sistema sanitario calabrese", ha detto oggi Mirta Granda, ambasciatrice di Cuba in questa nazione europea.

 

Nel corso di una visita nella città di Catanzaro, capoluogo calabrese, la diplomatica ha incontrato il presidente di questa regione, Roberto Occhiuto, che ha sottolineato che “siamo felici per l’opportunità di avere medici altamente specializzati”, riferendosi ad un accordo di assistenza firmato con il paese caraibico.

Il 28 dicembre sono arrivati in questa cittadina del sud Italia 51 operatori sanitari cubani, parte dei quasi 500 specialisti che presteranno servizio negli ospedali calabresi nei prossimi mesi, nell’ambito di un’iniziativa che, secondo Occhiuto, potrebbe essere “un modello anche per altre regioni” dove sono necessarie.

Dopo l’incontro con Granda, il presidente ha evidenziato in dichiarazioni alla stampa, pubblicate dal Corriere della Calabria, che “la medicina cubana è di eccellenza ed è riconosciuta in tutto il mondo”, aggiungendo che “questi 51 medici, nella provincia di Reggio Calabria, non saremmo riusciti a trovarli per anni”.

Occhiuto, che ricopre anche la carica di commissario alla sanità, ha chiarito che questo programma “è uno strumento di emergenza eccezionale ma fondamentale” e ha affermato che gli specialisti cubani “avranno un contratto di un anno” e saranno assegnati negli ospedali di Locri, Polistena, Gioia Tauro e Melito Porto Salvo.

“Siamo felici che ci siano 51 medici cubani in grado di garantire che gli ospedali, dove è più difficile trovare medici, restino aperti”, ha sottolineato.

Da parte sua, l’ambasciatrice cubana ha affermato che “abbiamo individuato una soluzione alternativa ai problemi che non si potevano risolvere con gli strumenti tradizionali. L’obiettivo è quello di migliorare gli standard dei servizi e, comunque, favorire ed accrescere la conoscenza tra entrambe le parti”.


Ig/ort

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE