martedì 23 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Hezbollah libanese sottolinea la libertà del prigioniero palestinese

Beirut, 5 gen (Prensa Latina) La Resistenza islamica libanese (Hezbollah) ha evidenziato oggi la libertà del prigioniero palestinese Karim Younis, dopo 40 anni di prigionia nelle carceri israeliane.

 

Con un comunicato, Hezbollah ha espresso la sua gioia per la scarcerazione di Younis, che è una delle 25 persone che le autorità di Tel Aviv hanno trattenuto in carcere da prima della firma degli accordi di Oslo nel 1993, per giungere a una risoluzione pacifica del conflitto israelo-palestinese.

La dichiarazione ha evidenziato la resistenza dei combattenti palestinesi e ha augurato la vittoria a tutti i prigionieri e detenuti che soffrono nei centri penitenziari dell’occupazione.

In questo senso, il testo invitava a fare luce sulla questione dei prigionieri e sulle loro dure condizioni di detenzione, oltre a rivelare il brutale trattamento da parte delle forze israeliane ed a compiere ogni sforzo per liberarli.

Arrestato il 6 gennaio 1983, Younis fu accusato di aver ucciso un soldato e condannato all’ergastolo, successivamente commutato in quattro decenni di carcere.

Durante questo periodo, il considerato decano dei prigionieri palestinesi ha partecipato a tutte le battaglie del movimento prigioniero, compreso lo sciopero della fame, l’ultimo nel 2017, durato 42 giorni.

Le forze di occupazione israeliane hanno liberato Younis oggi presto e lo hanno gettato in una strada a “Raanana” nei territori palestinesi occupati nel 1948.

 

Ig/yma

 
ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE