sabato 20 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Colloquio di Timbalaye è stato dedicato ai tamburi Batà

L'Avana, 6 gen (Prensa Latina) Si è svolta oggi presso la sede dell'Unione degli Scrittori e degli Artisti di Cuba (Uneac) la decima edizione del Colloquio Timbalaye, dedicato ai tamburi Batà, che rappresentano la cultura africana nel paese.

 

In una conferenza stampa, il poeta ed etnologo cubano, Miguel Barnet ha proposto che questi strumenti musicali siano dichiarati Patrimonio Immateriale dell’Umanità dall’Unesco, per promuoverne il riconoscimento, a livello mondiale, al pari della rumba, che detiene questo titolo dal 2016.

Nato tra comunità di schiavi e fuggiaschi nel XIX secolo, questo genere di tamburi costituisce la base di balli latini dissimili, come salsa, mambo, chachacha, tra gli altri, ha aggiunto Barnet.

Nel frattempo, il presidente di Timbalaye Promotor Internacional de la Cultura cubana, Ulises Mora, ha indicato che questo progetto mantiene un lavoro di salvaguardia nelle comunità yoruba, che costituisce un riflesso delle radici africane nella cultura dell’isola.

Per quanto riguarda il colloquio, Barnet ha presentato la quindicesima edizione del Festival Internazionale di Timbalaye, “La ruta de la rumba”, che si svolgerà dal 20 agosto al 1° settembre 2023 nelle province di Pinar del Río, L’Avana, Matanzas, Cienfuegos, Villa Clara, Camagüey, Santiago de Cuba e Guantanamo.


Ig/yap

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE