martedì 16 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Chiedono la libertà per la leader sociale argentina Milagro Sala

Buenos Aires, 16 gen (Prensa Latina) Centinaia di persone hanno svolto una manifestazione oggi a San Salvador de Jujuy, nel nord dell'Argentina, per denunciare la persecuzione giudiziaria nei confronti della leader sociale Milagro Sala e chiederne la liberazione.

 

Sette anni dopo l’arresto della leader del gruppo Tupac Amaru, membri di sindacati e organizzazioni che difendono i diritti umani si sono recati in piazza Belgrano per chiedere al governatore della provincia di Jujuy, Gerardo Morales, di fermare gli attacchi, le irregolarità e le violazioni dei dovuti processi.

Inoltre, hanno allertato sullo stato di salute di Sala, che soffre di episodi legati a trombosi venosa profonda.

I membri di Tupac, della Central de Trabajadores de Argentina (CTA) e dell’Associazione dei Lavoratori Statali (ATE), tra gli altri gruppi, portavano bandiere e cartelli con scritte come “Libertà per Milagro”, “Giustizia mafiosa” e “No alla dittatura di Morales”.

Da parte loro, il Comitato per la Libertà di Milagro e altre associazioni hanno ribadito in questa capitale la richiesta di grazia presidenziale per la leader sociale.

“Voglio unirmi a questa richiesta”. “Quando la legge non viene rispettata, i diritti umani e le garanzie costituzionali vengono violati in una provincia, l’atto diventa di competenza del Presidente”, ha affermato il segretario del CTA, Hugo Yasky.

Da parte sua, il leader di ATE Capital, Daniel Catalano, ha affermato che “la democrazia è in terapia intensiva perché c’è un potere giudiziario che la minaccia permanentemente”.

Sala fu arrestata nel 2016 per presunto incitamento alla violenza guidando una protesta a Jujuy contro le modifiche imposte al programma cooperativo da Morales.

Attualmente è agli arresti domiciliari, ma le autorità di questo territorio chiedono il suo trasferimento in un carcere comune e respingono le richieste dei suoi medici di portarla in un centro medico specializzato.


Ig/gas

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE