venerdì 12 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

La presidentessa del Perù ratifica la decisione di sbloccare le strade

Lima, 27 gen (Prensa Latina) La presidentessa peruviana Dina Boluarte ha confermato oggi la decisione che la Polizia e le Forze Armate pongano fine al blocco stradale, in atto da diverse settimane in 89 punti di 33 province.

 

Nella spedizione di medicinali e forniture mediche alla regione meridionale di Apurímac, per via aerea, poiché non c’è accesso a questo territorio via terra, la presidentessa ha sostenuto che le chiusure stradali sono illegali e danneggiano la popolazione e che i loro promotori sono violenti. 

Ha affermato che un paziente che stava per essere trasferito in un ospedale è morto sull’autostrada centrale – che collega Lima con le zone centrali andine e amazzoniche – perché un blocco gli ha impedito di arrivare in tempo.

Da parte sua, il ministro della Difesa, Jorge Chávez, ha aggiunto nella stessa attività che “agiremo con fermezza e prudenza nel quadro della legge per garantire i servizi sanitari, la libertà di transito e garantire il diritto alla vita”.

“Procederemo, nelle prossime ore, a compiere azioni conformi ai protocolli e alle relative azioni legali, si svolgeranno azioni militari e non possiamo dire il tipo di azione che faremo né al momento né nel luogo”, ha detto.

Nei giorni scorsi truppe e mezzi blindati dell’esercito sono giunti nella città di Puno, capoluogo dell’omonima regione, teatro principale delle proteste che hanno iniziato la loro seconda ondata il 4 gennaio e accumulano un saldo di 46 civili e un agente di polizia morto e 10 deceduti in circostanze correlate.

 

Ig/mrs

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE