sabato 13 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

I palestinesi considerano la legge israeliana un piano di pulizia etnica

Ramallah, 16 feb (Prensa Latina) Il movimento governativo palestinese Fatah ha condannato oggi la decisione del parlamento israeliano di approvare la cosiddetta Legge de Revocazione da Nazionalità, ritenendolo un progetto razzista che promuove la pulizia etnica tra arabi.

 

Questo regolamento “equivale a una dichiarazione di guerra e di pulizia etnica” contro il nostro popolo, ha denunciato in un comunicato il gruppo politico fondato da Yasser Arafat.

Questo comportamento razzista e fascista porterà solo a una nuova ondata di violenza.

Fatah ha sottolineato che la legislazione è una chiara sfida per la comunità internazionale ed il suo sistema legale.

Di fronte a tale situazione, la formazione ha convocato il popolo palestinese per manifestare il proprio rifiuto della legge ed affrontarla dal punto di vista militare e legale fino alla sua abrogazione.

Anche il Movimento di resistenza islamica (Hamas) ha condannato l’iniziativa, sanzionata con 94 voti favorevoli e 10 contrari, e che autorizza la “revoca della cittadinanza (israeliana) e la revoca dell’autorizzazione al soggiorno di una persona condannata per attività terroristiche”. 

Israele classifica i palestinesi che lottano per la libertà delle loro terre, compresi i minorenni che hanno lanciato sassi contro le forze di occupazione, come terroristi.

 

Ig/rob

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE