mercoledì 17 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Il presidente Díaz-Canel ricorda un evento che ha colpito la sovranità di Cuba

L'Avana, 16 feb (Prensa Latina) Il presidente Miguel Díaz-Canel ha ricordato oggi che la cessione di territori cubani nel 1903 agli Stati Uniti per stabilire stazioni navali, ha ostacolato la sovranità dell'isola, con l'installazione della base navale di Guantanamo.

 

Il presidente ha scritto sul suo account di Twitter che “la nostra sovranità è stata ridotta, questo giorno del 1903, quando Tomás Estrada Palma ha firmato la cessione del territorio, che è ancora illegalmente occupato dagli Stati Uniti contro la volontà del popolo cubano”.

Questo evento si è verificato nel 1903 durante il governo guidato da Tomás Estrada Palma ed è stato preceduto dall’emendamento Platt, imposto ai cubani nella loro prima costituzione repubblicana, durante l’occupazione militare statunitense.

Attraverso questo documento, gli Stati Uniti avrebbero potuto stabilire stazioni di carbone o navali, la prima delle quali nella baia di Guantanamo, nell’estremo sud-est dell’isola, attualmente mantenuta come base di tortura contro la volontà dello stato e del popolo cubano.

L’accordo è nato sotto la minaccia degli Stati Uniti di intervenire militarmente sull’isola, per la quale gli esperti lo considerano illegale, alla luce delle disposizioni della Dichiarazione sulla Coercizione Militare, Politica od Economica nella Celebrazione dei Trattati delle Nazioni Unite.

 

Ig/rc

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE