lunedì 22 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Parlamento approva l’accusa contro l’ex presidente del Perù

Lima, 17 feb (Prensa Latina) Il Congresso della Repubblica del Perù ha approvato oggi un'accusa costituzionale contro l'ex presidente Pedro Castillo per presunti reati di corruzione, con la quale l'ex governante è stato sottoposto a un'inchiesta del Pubblico Ministero.

 

In una seduta durata più di cinque ore, l’intera legislatura ha dato il via libera al processo con 39 voti favorevoli, 23 contrari e tre astenuti, dopo un lungo dibattito in cui i suoi detrattori gli hanno fatto notare la sua colpevolezza in virtù delle prime indagini della Procura.

Le indagini si basano sulla supposizione che Castillo abbia commesso il reato di associazione a delinquere presumibilmente dedita a favorire determinate società in cambio di benefici economici, nonché traffico d’influenza e collusione.

I suoi difensori, dagli scranni di sinistra, hanno votato contro o si sono astenuti perché ritenevano che il processo non fosse stato regolare perché la richiesta della Procura era stata avanzata quando Castillo era ancora presidente e non c’erano solidi indizi a suo carico.

Hanno anche criticato, come il suo avvocato, Eduardo Pachas, che all’ex presidente non è stato permesso di esercitare la sua difesa in aula, cosa che è stata esclusa a causa della sua situazione carceraria.

Castillo è in custodia cautelare dal 7 dicembre, quando il Parlamento lo ha destituito per aver annunciato lo scioglimento del suo potere statale.


Ig/mrs

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE