domenica 21 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Sta per iniziare la battaglia legale per la riforma elettorale in Messico

Città del Messico, 21 feb (Prensa Latina) Può iniziare oggi, secondo l'opposizione, una battaglia legale contro il cosiddetto Piano B di riforma delle leggi elettorali, presentato dal presidente messicano Andrés Manuel López Obrador.

 

Il progetto è stato approvato in commissione con 20 voti favorevoli ed 11 contrari e si prevede che passerà all’esecutivo per l’approvazione.

Le Commissioni Governance e Studi Legislativi del Senato hanno eliminato dal disegno di legge, per vizio costituzionale, una sezione che manteneva in vigore una vecchia clausola di “vita eterna” attraverso un trasferimento di voti da altri collegi, che tutelava i partitini perché non scomparissero a causa alla mancanza di rappresentanza legislativa.

Questa è stata approvata dalla Camera dei Deputati, ma il Senato l’ha abbattuta il giorno prima ed è stata infine esclusa dalla riforma.

Tuttavia, la rappresentanza del partito conservatore di azione nazionale ha espresso dubbi al riguardo attraverso il suo senatore Damián Zepeda, che ha affermato senza molto fondamento che, se questa norma fosse solo esclusa, rimarrebbe nel limbo e c’è la possibilità che in seguito si voglia riprendere e discutere.

Il suo collega del partito di governo Morena, José Narro, ha risposto che non è possibile che il punto venga discusso in seguito, poiché il suo partito non è più interessato alla questione.


Ig/lma

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE