domenica 14 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

I politici israeliani condannano l’assalto dei coloni al villaggio palestinese

Tel Aviv, 27 feb (Prensa Latina) I politici israeliani hanno condannato oggi le violenze e le distruzioni provocate dai coloni ebrei durante l'assalto alla città palestinese di Huwara, nella Cisgiordania occupata.

 

“I terroristi che vagano per Huwara, bruciando e distruggendo ogni cosa sul loro cammino, devono la loro legittimità alle alte cariche di questo governo”, ha denunciato su Twitter il presidente del Partito Laburista, Merav Michaeli.

La legislatrice Aida Touma-Sliman, che ha condannato il raid, ha parlato in tono simile.

I coloni hanno agito nello spirito del governo fascista. Ho parlato con vari ambasciatori ed ho chiesto loro di intervenire, ha sottolineato sullo stesso social network.

La Mezzaluna Rossa palestinese ha riferito di oltre un centinaio di feriti negli attacchi della scorsa notte da parte degli ebrei, che hanno bruciato numerose case ed automobili.

Gli estremisti hanno preso d’assalto la città poco dopo la morte di due ebrei per mano di un palestinese.

“Huwara deve essere cancellato, questo posto è un nido di terrore e la punizione deve ricadere su tutti”, ha detto su Facebook Davidi Ben-Zion, uno dei leader dei coloni.

Ecco come si presenta un pogrom, ha risposto su Twitter l’ex deputato Mossi Raz, postando una foto di numerosi veicoli del villaggio consumati dal fuoco.

“Questo pogrom a Huwara porterà solo ad altro spargimento di sangue”, ha avvertito il parlamentare Ayman Odeh, capo del partito di sinistra Hadash.

 

Ig/rob

 
ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE