mercoledì 24 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Il primo ministro palestinese condanna la violenza israeliana

Ramallah, 13 mar (Prensa Latina) Il primo ministro palestinese, Mohammad Shtayyeh, ha condannato oggi i sistematici attacchi delle forze di sicurezza e dei coloni israeliani nei territori occupati.

 

Gli orribili crimini israeliani sono il risultato naturale della mancanza di responsabilità e del sentimento di impunità, ha lamentato il politico in un comunicato, alludendo alla mancanza di sanzioni internazionali contro Tel Aviv.

Il capo del governo ha denunciato ieri la morte di tre giovani al posto di blocco di Sarra, situato nei pressi della città di Nablus, in Cisgiordania.

Testimoni hanno riferito all’agenzia di stampa ufficiale WAFA che i soldati hanno aperto il fuoco su quattro palestinesi che viaggiavano in macchina, uno dei quali è stato arrestato.

Dall’inizio dell’anno, i militari ed i coloni israeliani hanno ucciso 84 palestinesi, tra cui 15 minorenni ed una donna.

Dall’arrivo al potere a Tel Aviv di una coalizione di estrema destra alla fine del 2022, la tensione è aumentata nei territori occupati a causa della crescita degli attacchi israeliani e della risposta palestinese.


Ig/rob

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE