sabato 20 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Candidati al Parlamento di Cuba in contatto diretto con gli elettori

I 470 candidati a deputati all'Assemblea Nazionale del Potere Popolare (parlamento) sono tornati ancora una volta ai loro incontri sistematici con gli elettori in tutta Cuba.

 

A Santa Clara, il presidente Miguel Díaz-Canel, insieme agli altri sette candidati per questa città nel centro dell’isola, ha iniziato la giornata parlando con i residenti della comunità di San Miguel e con i lavoratori di un’azienda zootecnica.

Questi contatti vanno avanti da sei settimane, da quando sono stati nominati in vista delle elezioni nazionali previste per il 26 marzo, per la costituzione del corpo legislativo nella sua X Legislatura. Tali incontri, per nulla simili alle campagne elettorali di altre nazioni, hanno l’obiettivo di far conoscere all’elettorato i candidati, proposti da commissioni (comunali, provinciali e nazionali) composte da rappresentanti delle principali organizzazioni della società civile.

Vogliono inoltre che i futuri parlamentari conoscano in prima persona le preoccupazioni e le idee della popolazione sui temi più importanti del paese, nonché le caratteristiche economiche e sociali dei territori che rappresenteranno in parlamento.

Così, nel settore zootecnico, il presidente e gli altri candidati sono venuti a conoscenza di nuove esperienze, supportate dall’uso della scienza e della tecnologia in collegamento con l’Università Centrale Marta Abreu, che hanno permesso il miglioramento genetico dei bovini per ottenere maggiori produzioni di carne e latte.

Hanno parlato anche con i lavoratori di un piccolo stabilimento di produzione alimentare che, ha riferito la Presidenza sul proprio account di Twitter, hanno espresso fiducia nella candidatura che li rappresenta.

Díaz-Canel ha sottolineato che nella gestione di questa entità “si apprezzano il talento, la conoscenza innovativa, l’efficienza produttiva, al fine di diversificare le produzioni richieste dalla popolazione. Raggiungere questi risultati ha richiesto studio, proattività, costanza e passione”.

Il percorso del territorio di Santa Clara durerà fino a domani e prevede incontri in comunità, entità economiche, centri di studio, istituzioni scientifiche e sanitarie, tra gli altri.

Lo stesso sta accadendo nei restanti 167 comuni del paese, in un programma che si concluderà il 24 marzo, due giorni prima dello svolgimento delle urne.

Se i 470 proposti venissero eletti, si formerebbe un parlamento che, secondo gli esperti, sarebbe lo specchio della società cubana, composta da personaggi politici, artisti, intellettuali, atleti, operai, contadini, religiosi e imprenditori privati.

Sarebbe anche la legislatura più giovane dall’istituzione del Potere Popolare nel 1976, con il 20% dei suoi membri di età pari o inferiore a 35 anni, e quella con la più alta presenza femminile, con il 55,3% di donne.

 

Rafael Calcines, giornalista di Prensa Latina

 
ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE