domenica 21 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Chiedono dieci anni di carcere per leader neoliberista in Perù

Lima, 15 mar (Prensa Latina) La Procura competente per i casi di corruzione di funzionari ha confermato oggi di aver chiesto dieci anni di carcere al presidente del Partito Cristiano Popolare (PCP), di destra, per il presunto reato di collusione aggravata.

 

Secondo l’accusa, Beingolea, ex parlamentare, avrebbe commesso il predetto reato quando era dirigente del governo regionale della limitrofa regione del Callao, svolgendo consulenze per tale amministrazione, pur non avendone i requisiti e addebitandosi 90.000 soles (circa 23mila 700 dollari), denuncia dalla stampa.

Dopo le denunce pubbliche, il politico neoliberista ha negato le accuse ed ha sostenuto di non avere nulla da nascondere e si è dichiarato disposto a farsi indagare.

La condanna a dieci anni di reclusione è stata chiesta dal procuratore Jean D’Laura Quintana.

 

Ig/mrs

 
ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE