mercoledì 24 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

L’ex presidente Moreno deve comparire davanti alla Corte in Ecuador

Quito, 17 mar (Prensa Latina) L'ex presidente Lenín Moreno, processato per la sua presunta partecipazione al caso Sinohydro, dovrà comparire davanti alla Corte Nazionale di Giustizia (Cnj) dell'Ecuador il 20 marzo.

 

Questo venerdì un tribunale della CNJ ha respinto l’azione preventiva di habeas corpus presentata dalla difesa di Moreno e di sua moglie, Rocío González, dopo la misura cautelare che stabilisce la presentazione ogni 15 giorni davanti alla Camera Penale del Tribunale nazionale nel caso che indaga su 37 persone per il reato di corruzione.

Moreno e sua moglie avevano chiesto di presentarsi all’Ambasciata di Asunción, in Paraguay, dove risiedono.

Dopo la decisione della Corte, la difesa dell’ex presidente ecuadoriano ha annunciato che presenterà ricorso.

Secondo la tesi della Procura Generale dell’Ecuador, i 37 indagati nel caso formavano una struttura criminale che avrebbe raccolto 76 milioni di dollari di tangenti dalla società cinese Sinohydro, incaricata della costruzione della centrale idroelettrica Coca Codo Sinclair, durante il governo di Rafael Correa.

Le denunce contro Moreno scaturivano da un’inchiesta intitolata “El laberinto offshore” del circolo presidenziale, diffusa nel 2019 su un caso di corruzione, che coinvolge direttamente la società INA Investment Corporation, creata da Edwin Moreno, fratello dell’ex presidente, e che coinvolge anche le figlie dell’ex capo di Stato.


Ig/nta

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE