sabato 20 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Messico avanza nel suo piano per rinnovare il sistema sanitario pubblico

Il governo sta avanzando nel suo rinnovamento della sanità pubblica, noto come Piano Sanitario del Benessere-IMSS, guidato dall'Istituto Messicano di Sicurezza Sociale, a cui Cuba partecipa con i suoi medici.

 

Nella conferenza stampa mattutina al Palazzo Nazionale del Presidente Andrés Manuel López Obrador, dedicata questo martedì 28 marzo alla questione, la direttrice dell’IMSS, Zoé Robledo, ha riferito sui progressi nell’esecuzione del piano e ha evidenziato le azioni dei dottori cubani.

Ha riferito che 76,4 milioni di messicani senza copertura sociale sono incorporati nel piano e che all’inizio del progetto in nove stati hanno iniziato a curare 11 milioni di pazienti, il 17% del totale, una cifra che è già aumentata al 33% e 22 entità federali in questo primo trimestre.

E nel secondo, fino a luglio, con altri quattro stati incorporati nel piano, raggiungerà il 39,88%, pari a 26,4 milioni di persone, e il progresso continuerà fino a raggiungere il 56,5% dei 76,4% e nel terzo trimestre dell’anno al 68,1%.

Ha spiegato che è ancora una sfida ottenere il numero di specialisti necessari per prendersi cura dell’intero paese ed affinché questo nuovo modello di sanità pubblica soddisfi il suo scopo di assistenza medica ogni giorno e 24 ore gratuitamente, compresi i farmaci, e continueranno con i bandi oltre che con il miglioramento delle infrastrutture.

Ha ricordato che si allarga la copertura dei medici cubani, così come i nuovi contratti generali con nazionali e stranieri che raggiungeranno un totale di quattromila professionisti, ed anche infermieri, per completare il piano.

 

 

Luis Manuel Arce, giornalista di Prensa Latina

 
ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE