domenica 14 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Il presidente di Cuba informa perché scarseggia il carburante nel paese

Santa Clara, Cuba, 14 apr (Prensa Latina) Il presidente cubano Miguel Díaz-Canel ha riferito oggi che la scarsità di benzina nel paese è dovuta al fatto che le nazioni impegnate a fornire carburante all'isola si trovano in una situazione energetica complessa.

 

Il Capo dello Stato ha aggiunto che per questo motivo non è stato possibile rispettare gli accordi di consegna ed i consumi giornalieri nazionali compresi tra le 500 e le 600 tonnellate di benzina, in questo momento la copertura è inferiore alle 400 tonnellate al giorno per tutte le attività nella nazione.

Secondo un servizio del telegiornale, durante la chiusura della visita integrale del Segretariato del Comitato Centrale del Partito Comunista e della sua struttura ausiliaria in questa città centrale, Díaz-Canel ha specificato che la situazione non ha nulla a che fare con inefficienze o problemi del governo nelle istituzioni energetiche.

Nel caso del gasolio, dice che la situazione è diversa, perché la nave che avrebbe trasportato il prodotto era garantita; tuttavia, è arrivata nella provincia orientale di Santiago de Cuba e lì si è rotta.

Questo ha impedito di poter scaricare in tempo il combustibile in questa città e di raggiungere il resto dei porti dell’isola, ha detto.

Il presidente ha sottolineato che essendoci una strategia per evitare blackout estivi, attualmente diversi impianti termoelettrici sono in fase di manutenzione e riparazione dei guasti per entrare nella fase estiva con maggiore efficienza.

“Per questo motivo abbiamo dovuto dipendere maggiormente dalla generazione distribuita, che sostanzialmente consuma gasolio, quindi una parte importante del gasolio che abbiamo smaltito è stata utilizzata nella generazione elettrica”, ha concluso.


Ig/mpp

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE