sabato 13 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Sottolineano l’eredità del Che Guevara sulla cultura del dibattito

L'Avana, 18 apr (prensa Latina) L'accademico Fidel Vascós ha evidenziato l'eredità di Ernesto Che Guevara sulla cultura del dibattito, nell'ambito delle attività che commemorano il 95° anniversario del leggendario rivoluzionario argentino-cubano.

 

“Nelle sue polemiche con altri pensatori, il Che ha rispettato le considerazioni degli altri, anche se erano in disaccordo con le sue”, ha detto Vascós, membro di Numero e di Merito della Società Economica degli Amici del Paese (SEAP) e dottore in scienze economiche.

Quanto precede, secondo l’esperto, costituisce un riferimento per la Cuba odierna dove esiste una diversità di forme di proprietà dei mezzi di produzione ed il corrispondente ordine sociale, il tutto determina una eterogeneità nella sovrastruttura di idee, opinioni, comportamenti e manifestazioni.

Secondo Vascós, nelle condizioni attuali di questo paese e del mondo, il processo di costruzione del socialismo deve utilizzare il mercato, le sue categorie intrinseche e le sue leggi oggettive.

Ciò comporta, ha rilevato, una nuova sfida alle forze rivoluzionarie, visto che il contributo più significativo del Che è aver messo in luce il rapporto che esiste tra l’economia e la spiritualità umana, elevando l’importanza dell’umanitarismo e della forza morale dell’Uomo nella costruzione del socialismo.

Nella sua breve vita di 39 anni, Ernesto Che Guevara ha lasciato ai posteri un arsenale di idee di grande importanza per lo sviluppo sociale per il bene dell’emancipazione umana, ha detto.

Il suo pensiero -ha aggiunto- copre i campi della filosofia, della politica, della morale, dell’etica, degli aspetti sociali, dell’economia, della storia, della cultura, delle relazioni internazionali, della gestione amministrativa, tra gli altri.

Lo studio ampio ed approfondito degli scritti del Che arricchirà senza dubbio il percorso di costruzione del socialismo a Cuba ed in altri paesi, specialmente nella Nostra America, ha affermato l’esperto.

Certo, ha detto, in questo sforzo bisogna sempre tener conto che i tempi attuali a Cuba e nel mondo sono molto diversi da quelli di allora, quindi è necessario uno sforzo dialettico per interpretare il Che, che era un rivoluzionario molto onesto e coerente, nella teoria e nella pratica.

Vascós ha commentato che uno degli insegnamenti del Che, soprattutto per la Cuba di oggi, è la sua concezione ed esercizio della cultura del dibattito.


Ig/rs

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE