domenica 21 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Procura dell’Ecuador chiede la detenzione preventiva per l’ex presidente Moreno

Quito, 19 apr (Prensa Latina) La Procura ecuadoriana ha chiesto oggi la custodia cautelare per l'ex presidente Lenín Moreno e sua moglie Rocío González, processati per la loro partecipazione al caso Sinohydro.

 

Dal 13 marzo scorso, i 37 imputati del caso Sinohydro dovevano comparire periodicamente davanti alla Corte Nazionale di Giustizia (CNG) per garantire la loro presenza in un possibile processo per corruzione, tuttavia, Moreno, sua moglie e altri nove indagati non hanno rispettato i provvedimenti dettati in udienza per la formulazione degli addebiti.

Moreno e González avevano chiesto di comparire presso l’Ambasciata di Asunción-Paraguay, dove risiedono, ma un Tribunale della Corte Nazionale di Giustizia ha respinto l’azione preventiva di habeas corpus promossa dalla difesa dell’ex presidente ecuadoriano.

Il sostituto Procuratore Generale dello Stato, Wilson Toainga, ha esatto che, configurandosi una violazione delle misure alternative emesse in primo grado, le stesse siano lasciate prive di effetto ed ha esatto che fosse disposta la carcerazione preventiva per gli interessati.

Nel caso degli imputati che si trovano all’estero, come Lenín Moreno e sua moglie, la Procura ha chiesto all’Interpol di notificare la loro ricerca e cattura.


Ig/nta

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE