martedì 16 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

I siriani del Golan protestano contro il progetto di colonizzazione israeliano

sirios-g
Damasco, 20 giu (Prensa Latina) Gli abitanti del Golan siriano, occupato da Israele dal giugno del 1967, hanno protestato oggi per impedire la costruzione di decine di turbine eoliche sui loro terreni agricoli.

I militari di Tel Aviv sono stati schierati sulle strade e sugli accessi ai terreni dove si intende costruire gli aerogeneratori per impedire l’arrivo dei residenti, fatto che ha portato a degli scontri, in cui sono rimaste ferite 20 persone.
A seguito degli scontri, le forze israeliane hanno inviato rinforzi per assediare il territorio, in particolare l’area di Al-Hafayer, a est della città di Masada, dove le autorità intendono avviare la costruzione del progetto.
“Israele vuole impossessarsi della nostra terra e rifiutiamo categoricamente la costruzione di turbine eoliche su di essa”, hanno affermato alcuni residenti.
Nel suo commento agli incidenti, il Ministero degli Affari Esteri siriano ha salutato l’incrollabile resistenza del Golan e la continua lotta per respingere il progetto di occupazione israeliano, volto a rubare centinaia di ettari di terra.
Attraverso una dichiarazione, l’entità ha denunciato i brutali attacchi israeliani e li ha descritti come una flagrante violazione del diritto internazionale, dei diritti umani e delle disposizioni della Carta delle Nazioni Unite.
“Il Golan era e rimarrà parte integrante del territorio della Repubblica araba siriana, e il suo pieno ritorno nei confini della patria arriverà inevitabilmente”, ha concluso il ministero degli esteri.

Ig/fm

#golan #israele #occupazione #siria #turbine eoliche

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE